LE RELIGIONI NELLA MIGRAZIONE


Il modulo si caratterizza per il fatto di trattare problematiche di socio-antropologia delle religioni. In tale ambito verranno fornite alcune informazioni di base sugli elementi caratterizzanti le diverse appartenenze religiose e verranno affrontate tematiche relative al cambiamento socio-religioso in Italia, alla mappatura dei luoghi di culto, al profilo delle nuove leadership religiose, degli stili comunicativi (inclusi i new media) e dei modelli organizzativi. L’obiettivo del modulo è quello di comprendere il rapporto fra religione e migrazioni in una società storicamente a monopolio religioso cattolico. Un particolare risalto verrà conferito alla complessa realtà dell’esperienza vissuta dai credenti di fede islamica nel contesto europeo e italiano, con riguardo anche al modo in cui la risorsa simbolica rappresentata dall’Islam interagisce con le sollecitazioni provenienti dalle trasformazioni socioculturali del contesto d’accoglienza. Verrà dedicata una particolare attenzione, inoltre, alle forme di religiosità connesse con le culture religiose africane nelle quali elementi tradizionali s’incrociano con le forme storiche del messaggio cristiano (come nel caso delle Chiese Pentecostali), oltre a quelle che mantengono e rivendicano una loro autonomia rispetto alla mediazione delle religioni monoteiste.

13 h./2 CFU