Circolo Filologico Linguistico Padovano

Il Circolo Filologico Linguistico Padovano è stato fondato il 3 Dicembre 1963 da Gianfranco Folena (che aveva voluto esportare a Padova, diventata dal 1954 la sua nuova sede universitaria, l'esperienza del Circolo Linguistico Fiorentino, nato nel 1945 per iniziativa di Giacomo Devoto e Carlo Alberto Mastrelli, cui collaboravano molti degli allora maestri e amici di Folena, Carlo Battisti, Gianfranco Contini, Bruno Migliorini, Giovanni Nencioni). Il Circolo padovano ha occupato però uno spazio più vasto, allargando il suo raggio di intervento anche a temi filologici, dialettologici, storici, letterari. Il Circolo, che si riunisce ogni mercoledì alle 17:30 durante l'anno accademico, ha superato ormai le 1700 sedute e ha contribuito a creare uno spazio di discussione, senza steccati disciplinari o accademici, aperto a studiosi di alta levatura internazionale. Ne sono un'evidente dimostrazione, tra gli italiani, i nomi di Avalle, Berengo, Carena, Cases, Arrigo e Ornella Castellani, Contini, Eco, Maria Corti, De Mauro, Dionisotti, Fido, Fubini, Isella, Giulio e Anna Lepschy, Migliorini, Nencioni, padre Pozzi, Roncaglia, Schiaffini, Segre, Stussi, Varvaro, Vitale, e, tra gli stranieri, quelli di Delbouille, Greimas, Ineichen, Jakobson, Malkiel, Martinet, Mölk, Starobinski, Tøgeby, Väänänen, Weinrich, Zumthor. A questi vanno aggiunti i "nostri", quelli attivi prima nell'Istituto di Filologia neolatina e poi in Dipartimento, fra i quali Bandini, Limentani, Mengaldo, Marisa Milani, Renzi,Tucci, e gli "ex" della diaspora nelle varie Università, Daniele, Mancini, Meneghetti, Spezzani, Zambon), alla pari con giovani studiosi, neolaureati e studenti. E non si deve dimenticare la larga attenzione e apertura del Circolo a poeti e scrittori (Rafael Alberti, Betocchi, Bertolucci, Calzavara, Caproni, Giudici, Luzi, Magris, Pierro, Rigoni Stern, Sereni, Zanzotto) e a uomini di teatro (De Bosio, Zorzi). La personalità di Gianfranco Folena, le sue iniziative culturali (è il caso dei convegni interuniversitari di Bressanone a partire dal 1973, del Premio Monselice per la traduzione letteraria, dal 1971, della progettazione della Storia della cultura veneta, dal 1976) ha formato generazioni di studenti e studiosi e, proprio attorno al Circolo, ha creato una comunità umana e scientifica che, al di fuori dell'Università di Padova, è stata etichetta (magari con una punta di simpatica 'invidia') come «i folenotteri».

Il Circolo Filologico Linguistico Padovano entra con l'A.A. 2020-2021 nel suo LVIII anno di vita

 

Le sedute si tengono ogni Mercoledì (con l'eccezione della conferenza di Andrea Mazzucchi, che si terrà giovedì 10 Giugno) alle ore 17.30 in modalità telematica sulla piattaforma Zoom, al seguente link:
https://unipd.zoom.us/j/611166304 .

 

Si invita a intervenire e a partecipare alla discussione.  

L'attività del Circolo Filologico Linguistico Padovano continuerà nei mesi di Aprile, Maggio e Giugno 2021 con il seguente programma:

14 Aprile ALICE DUCATI (Università di Trento)
La prosa latino-francese del codice Barb. lat. 3953 nella tradizione troiana medievale
21 Aprile DENIS BROTTO (Università di Padova)
Immagine e immaginazione. Il realismo poetico di Jean Vigo
28 Aprile GAIA GUBBINI (Ludwig-Maximilians-Universität München)
Lancillotto e Ginevra, la coppia 'palinsesto'
5 Maggio SERGIO LUBELLO (Università di Salerno)
Il diritto dal basso: aspetti della scrittura giuridico-amministrativa
12 Maggio PIETRO BENZONI (Università di Pavia)
«Foglie controfiato». Aspetti del neologismo in Giorgio Caproni
19 Maggio MICHELE COLOMBO (Stockholms Universitet)
Il populismo in Italia prima del 1992. Un’analisi dei discorsi parlamentari di Guglielmo Giannini, Marco Pannella e Umberto Bossi
26 Maggio ANNA RINALDIN (Università Telematica Pegaso, Napoli)
«Una simbiosi mercantile tosco-veneta». Per la riedizione di un carteggio della prima metà del Trecento
10 Giugno
Giovedì
ANDREA MAZZUCCHI (Università di Napoli «Federico II»)
Per una nuova edizione commentata del Convivio
In collaborazione con Seminario di Italianistica - Centenario Dantesco Patavino  
16 Giugno Incontro con Gian Luigi BECCARIA

 

 

Circolo Filologico Linguistico Padovano - CREDITI

I diversi corsi di laurea (triennali e magistrali) afferenti al DiSLL legiferano in totale autonomia sul regolamento che disciplina l'attribuzione dei crediti di "Stage, tirocini e seminari". Raccomandiamo pertanto alle studentesse e agli studenti di informarsi preventivamente su quante ore di frequenza attiva siano necessarie per conseguire la verbalizzazione dei 3 CFU nel corso di studi al quale sono iscritte/i. La Segreteria del Circolo Filologico Linguistico Padovano, come tutti i comitati organizzatori di convegni o di seminari permanenti, non ha titolo per conferire crediti, ma soltanto per certificare la partecipazione agl'incontri del mercoledì (nella misura di due ore a seduta). Si ricorda inoltre che, per ottenere l'attestazione di frequenza, studentesse e studenti dovranno produrre un'articolata relazione che dimostri l'ascolto attento e criticamente partecipe di almeno una conferenza. Le relazioni vanno inviate al seguente recapito elettro-postale: alvaro.barbieri@unipd.it

La raccolta delle firme di frequenza avverrà tramite un Modulo di Google cui si accederà tramite un collegamento pubblicato nella chat di Zoom.

Anche chi non è interessato all'accreditamento della frequenza, è cortesemente invitato a compilare il Modulo: la tradizione del nostro seminario, sin dalle prime sedute degli anni '60, prevede infatti che ogni partecipante lasci traccia della propria presenza firmando il Quaderno del Circolo. Mediante la sottoscrizione, possiamo conservare questa buona consuetudine anche nel tempo del distanziamento obbligato e delle connessioni telematiche.



 

  • Programma Download